tr?id=1111222675995048&ev=PageView&noscript=1 Carla Russo: essere donna "di" teatro e "per" il teatro
Martedì, 13 Aprile 2021

R Ritratti

Carla_Russo_Ritratto_large Carla Russo: essere donna "di" teatro e "per" il teatro

Carla Russo: essere donna "di" teatro e "per" il teatro

Il teatro è sempre stato una parte integrante della mia vita, fin da bambina quando, istintivamente, muovevo i primi passi su palcoscenici improvvisati o quando restavo ipnotizzata davanti alle commedie di Eduardo De Filippo che passavano in tv. Nulla mi emozionava e mi faceva sentire viva come quei momenti in cui indossavo una "maschera" e, come per magia, non ero più Carla, ma diventavo Colombina, un angelo, una mamma o uno dei mille personaggi che popolavano i miei giochi d'infanzia e i miei primi spettacoli. Quella bambina poi è cresciuta e, col tempo, ha continuato a coltivare e inseguire quella passione, frequentando corsi di recitazione e indirizzando in maniera precisa i suoi studi universitari (prima il Dams a Roma Tre, poi la specialistica e il dottorato all'Orientale di Napoli), lasciando che la sua anima e il suo carattere si forgiassero attraverso i testi dei grandi drammaturghi e dei teorici del teatro. Ed eccomi qua!

Alla fine degli anni Novanta, ho avuto la fortuna di assistere a Mythos dell'Odin Teatret al Teatro India a Roma... una folgorazione! Per la prima volta assistevo (o forse sarebbe meglio dire partecipavo) ad uno spettacolo che non era uno spettacolo, ma un rito sciamanico, una festa. Fu l'iniziazione, per me, verso un'idea nuova di fare e di pensare il teatro. Di colpo il teatro, come corpus fatto di quinte, sipari e scenografie, perse di significato e dinanzi a me si stagliò l'attore fatto di carne e voce. E così, col tempo, ho indirizzato sempre più i miei studi verso la pedagogia dell'attore, incontrando sul mio percorso artisti come Emma Dante, Federico Tiezzi, Francesca Della Monica, per citarne alcuni. Parallelamente agli studi universitari, ho continuato ad approfondire anche gli studi "pratici" legati al teatro, frequentando corsi, seminari, masterclass e prendendo parte a numerosi spettacoli in qualità di attrice, regista o direttrice artistica.

Dal 2015 ho fondato un'associazione teatrale a Cava de' Tirreni, mia città natia, assieme ad altre tre donne coraggiose che hanno condiviso l'idea ardimentosa di offrire alle nuove generazioni la possibilità di "incontrare" il teatro... anche dove un teatro non c'è! Emotion On Stage, questo è il nome che abbiamo scelto per la nostra associazione e che ci rappresenta, perché racchiude in sé il duplice significato di creare "movimento" fisico ed emotivo sulla scena. Con inenarrabili sforzi, in questi anni abbiamo prodotto diversi spettacoli teatrali, avviato corsi di recitazione, partecipato a numerose iniziative sul territorio, cercando sempre un dialogo proficuo con le altre realtà locali che, come noi, faticano quotidianamente per offrire o per cercare spazi e occasioni d'incontro culturale. Avere un direttivo dell'associazione "al femminile" ci ha dato una marcia in più e di questo ne vado molto fiera: abbiamo sperimentato di avere un quantitativo di risorse che va ben al di là di quello che immaginavamo. L'essere donne ci porta a considerare, in maniera naturale, il nostro gruppo come una seconda famiglia, ci prendiamo cura dei nostri ragazzi attraverso il teatro, con l'ardire di renderli uomini e donne migliori, prima che bravi attori.

Negli anni, inoltre, ho preso parte a molti progetti teatrali nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado in qualità di esperto, spaziando dalla recitazione tout court alla realizzazione di spettacoli e cortometraggi.

Attualmente, per l'associazione di cui sono presidente, mi occupo della formazione degli attori, della direzione degli spettacoli e della drammaturgia.

Come storica del teatro, invece, collaboro da un decennio con la cattedra di Storia del Teatro del prof. Lorenzo Mango all'università L'Orientale di Napoli, in qualità di cultore della materia, dando il mio contributo per la redazione della rivista Acting Archives Review.

Questa pandemia, che ci ha costretti a privarci del teatro in forma "viva", paradossalmente ha fatto crescere in me, ancora di più, la sete di teatro in ogni sua forma e mi sento come una pentola in ebollizione, con una gran voglia di tornare a dare forma e sostanza alle visioni che "abitano" il mio essere donna "di" teatro e "per" il teatro.

 

Carla Russo

presidente associazione Emotion On Stage

 

Donne e impresa teatrale in Campania

Calendario eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Prossimi eventi

Non ci sono eventi per i prossimi giorni