Giovedì, 15 Novembre 2018

W Workshop

sfessania_large En Kai Pan | Gli abitanti di Sfessania

Gli abitanti di Sfessania

Workshop intensivi di Commedia dell’Arte

condotti da Luca Gatta

 

La Commedia dell’Arte è una tradizione italiana conosciuta in tutto il mondo, a tal punto che alcune maschere sono diventate patrimonio dell’umanità.

Pulcinella, per citarne una, ha ispirato Mr Punch in Inghilterra, Petruska in Russia e Karagöz in Turchia. Ma la Commedia dell’Arte non è semplicemente un genere del teatro occidentale, bensì una vera e propria scuola dell’attore, un insieme di codici che ci aiutano non solo a intraprendere l’artigianato teatrale ma anche ad aprire nuove strade per la ricerca attoriale.

L’Associazione Aisthesis, in collaborazione con Coop En Kai Pan, propone 4 workshop sulla Commedia dell’Arte sugli otto archetipi che sono alla base dei ruoli e delle maschere principali.

Durante il corso saranno ricostruite posture, movimenti e partiture che compongono il bios dei tipi fissi della Commedia.

Partendo da un training di base i cui elementi costitutivi sono: lo studio sul neutro, la scomposizione, i colpi di maschera, le onde (estroversa, introversa), le scale, gli elementi di Hata Yoga, si arriverà a un training specifico per ogni personaggio indirizzato a incarnare e far “risuonare” l’archetipo. Il corso sarà storico e antropologico insieme: si partirà dalle prime maschere che sono comparse sulla scena italiana per arrivare a personaggi più recenti ma anche più complessi.

Obiettivi
Il corso costituisce un percorso di conoscenza di un’arte antica e delle possibilità espressive del proprio corpo e della propria voce. Lo studio sugli archetipi della Commedia dell’Arte, ci spinge a forzare i nostri limiti espressivi amplificando il processo creativo attraverso un raffinamento dei nostri sensi. Inoltre la Commedia dell’Arte è riletta in una dimensione transculturale, facendola interagire con le tradizioni di altri paesi, con l’obiettivo di costruire dei flussi culturali che transitano da una tradizione all’altra, al fine di creare un prodotto nuovo che sarà la sintesi dell’incontro tra le diverse culture.
 
A chi sono rivolti i workshop
I workshop sono rivolti ad attori professionisti, allievi attori di scuole di teatro e attori amatoriali, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, interessati ad affrontare un viaggio alla scoperta della nostra antica tradizionale teatrale e a lavorare con il corpo.
 
Il training
La Commedia dell’Arte è caratterizzata da forza e agilità, dilatazione del proprio bios e ricerca di equilibri nuovi. Per raggiungere tutto questo negli anni abbiamo studiato un allenamento che attinge a diverse tradizioni e discipline teatrali.

Il Mambo haitiano, il Mimo, il Katakhali indiano, l’Opera Cinese, la Danza del Ventre e altro si fondono per ricostruire la pantomima di una tradizione antica e per certi aspetti sconosciuta. Il lavoro di ricerca che negli anni è stato affrontato è quello già svolto da danzatori o attori in casi analoghi, per ricostruire forme teatrali andate perdute. Partendo da incisioni, dipinti, sculture, siamo andati alla ricerca delle posture degli archetipi per poi metterle in moto prendendo in prestito forme performative e pantomimiche afferenti a tradizioni altre, ricercando un continuo confronto transculturale.

Il risultato è stata la formazione di un training che agisce sulle fasce corporee rafforzandole al fine di sviluppare un bios scenico caratterizzato da “equilibri di lusso” che determinano la base pre-espressiva della Commedia dell’Arte, necessaria per lavorare poi sulle posture dei personaggi. Per ogni archetipo, quindi, sarà affrontato uno studio specifico sugli orientamenti psicologici e antropologici del personaggio: le posture, le camminate, i colpi di maschera e i lazzi, le mudra delle mani e dei piedi, alla ricerca dell’antinaturalismo che costituiva la specificità della recitazione epica e straniata del commediante dell’arte.

Luca GattaAttore, regista e formatore. Dopo la laurea, studia con l’Odin Teatret e Claudia Contin Arlecchino. Nel 2006 fonda la Baal Teatro sas con cui produce i suoi primi spettacoli e dirige Hara Fest, festival di teatro transculturale, grazie al quale approfondisce la sua ricerca, studiando con la Zhengzhou Opera di Henan, Monique Arnaud e I Made Djimat. Dirige il laboratorio LICOS, nel quale forma i suoi attori, e ha tenuto seminari di Commedia dell’Arte al Fitag di Girona, presso l’Unione Teatrale della Federazione Russa e il Festival di Teatro di Oujda in Marocco. Dal 2014 è direttore artistico a Napoli del Festival internazionale di Commedia dell’Arte I viaggi di Capitan Matamoros.

 

INFORMAZIONI GENERALI

Organizzazione
Il workshop è articolato in quattro weekend di studio per un totale di 56 ore di formazione: le lezioni si terranno il sabato e la domenica dalle 10,00 alle 14,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Per la struttura dei workshop è possibile frequentare sia il ciclo completo, sia un singolo appuntamento.

Per esigenze diverse è possibile concordare un orario alternativo con l’organizzazione.

Programma
1° weekend: I servi (Zanni, Arlecchino, Pulcinella, Servetta)
2° weekend: I vecchi (Pantalone e Balanzone)
3° weekend: I nobili (Innamorati e Capitani)
4° weekend: Teatro delle partiture: sequenze, lazzi e gioco teatrale

Il gruppo di lavoro potrà essere composto da un minimo di 8 allievi fino a un massimo di 15 allievi.

Costi
Nel caso di interesse è possibile concordare il costo con l’organizzazione, variabile in relazione al numero di iscritti e al tipo di formula prescelta (ciclo di quattro incontri o singolo incontro).
 
Contatti
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel: 339 623 5295

Calendario eventi

Prossimi eventi

22
Nov
Teatro San Ferdinando
-
Napoli
Odin Teatret, regia: Eugenio Barba, con: Roberta Carreri e Jan Ferslev